Sagemcom DSI83HD

In sintesi
Il primo Tivùbox HD di Sagemcom centra in pieno l’obiettivo prefissato: ritagliarsi un ruolo da protagonista nel mercato grazie ad un prodotto di alta qualità, ricco di funzioni e facile da utilizzare. L’apparecchio supporta tutti i canali e i servizi della piattaforma TivùSat (anche le OTTV ma non quelle di Mediaset), è compatibile con gli impianti SCR e DiSEqC, sia fissi sia motorizzati e si alimenta tanto a 220 Vac quanto a 12 Vcc (su camper e caravan). Originale nella forma e nel design, vanta anche un display a LED verdi, un bel menu OSD con sviluppo ad albero, la modalità Stand-by a basso consumo e l’interruttore meccanico On/Off. Non manca nemmeno il cavo HDMI, lungo 150 cm e di ottima qualità. Gli unici nei riscontrati durante il test, tra l’altro comuni ad altri Tivùbox HD, sono l’assenza nel database del transponder 158 (11,662 GHz V) dove trasmettono Rai 2 HD e Rai 3 HD e il mancato ordinamento LCN dei suddetti canali (1891 e 1892 invece che 102 e 103). Non sappiamo però se questo inconveniente sia attribuibile al decoder oppure a TivùSat.

Agosto 2014
A qualche settimana di distanza dal test del box interattivo HD DTI85, ritorniamo ad occuparci di Sagemcom, azienda francese leader nel settore delle telecomunicazioni e dell’elettronica di consumo, per esaminare da vicino il suo primo Tivùbox con tuner DVB-S2 in Alta Definizione.
Il ricevitore DSI83HD, così come il modello DTI85, sono i protagonisti della nuova generazione di set-top-box di Sagemcom espressamente progettati e realizzati per il mercato italiano e certificati da DGTVi e Tivù con i bollini più “ambiti”, ossia quelli Gold e  HD Broadband Ready.
Non a caso le due versioni presentano in comune alcuni elementi come la GUI (Graphical User Interface), il menu ad albero, le procedure di installazione e le funzioni “obbligatorie” dei decoder certificati come la ricerca automatica canali e firmware in standby, il Parental Control, la guida EPG interattiva e così via.
Compatto e dal design originale, il ricevitore Sagemcom DSI83 supporta qualunque impianto d’antenna satellitare, compresi quelli che utilizzano componenti con tecnologia SCR/UniCable (LNB, multiswitch, ecc.), sintonizza tutti i canali, compresi quelli in Alta Definizione come Rai 1 HD, Rai 2 HD, Rai 3 HD e Telepace HD, secondo diverse modalità, li ordina in base alla LCN o alla frequenza di trasmissione ed offre due slot per altrettante smart card collegate al tradizionale CAS Nagravision Tiger e a quello compatibile con il sistema di accesso condizionato Conax per eventuali altre pay-tv. La presenza della piattaforma MHP “broadband” (1.1.3) e della connettività Ethernet garantisce l’accesso anche ai servizi interattivi disponibili su TivùSat, compresi i VOD (Video On Demand) e gli OTTV (Over The Top TV) semplicemente collegando il decoder al modem/router ADSL.
Non mancano poi il display frontale a LED, le uscite AV digitali HDMI e Toslink con controllo del ritardo audio/video (lipsync), l’interruttore generale On/Off e la doppia alimentazione 220 Vca/12 Vcc con cui utilizzare il decoder a casa oppure su mezzi mobili come caravan e camper, sfruttando direttamente la linea a bassa tensione.

Menu ad albero con grafica HD
La GUI, ossia la grafica del menu OSD, evidenzia una forte somiglianza con altri Tivùbox presenti sul mercato, sia dal punto dell’organizzazione dei contenuti sia delle voci. La sua peculiarità è lo sviluppo ad albero delle sezioni principali (Prenota, CA Info, Impostazione) e dei sottomenu per navigare di “ramo in ramo” con il vantaggio di mantenere sempre visibile il percorso e il livello.
Il menu Prenota riguarda la programmazione dei timer di avviso per i singoli eventi trasmessi dai canali satellitari (ripetizione singola, giornaliera, ecc.), la consultazione e la modifica di quelli già impostati.
CA Info è utile per interrogare le smart card di TivùSat (numero e revisione tessera), il CAS Nagravision Tiger (ID, hardware, versione, ecc.) e quello Conax per eventuali altre pay-tv.
Impostazione è la sezione più “ramificata” perché ospita le voci più importanti del menu, organizzate in tre sottomenu.
Canali permette di creare, gestire e richiamare fino tre liste preferite, completamente personalizzabili per nome e contenuto, in modo da suddividere i canali per genere o in base a preferenze personali e facilitarne l’accesso, attivare il blocco di uno o più canali tramite password, cambiare la numerazione (solo con LCN disattivata) oppure cancellarli.
Da Preferenze possiamo proteggere con un PIN personale la visione dei canali e dei programmi per fasce d’età (maggiore di 7, 12, 14 o 18 anni), imposta la durata del banner canale (0, 3, 5, 10 o 15 secondi), la modalità di zapping (generale Tv/radio o singole liste preferite) ed il caricamento automatico o manuale delle applicazioni interattive MHP, abilita i sottotitoli e la numerazione automatica LCN.
In Sistema possiamo attivare i parametri audio/video (risoluzione HDMI 1080i/720p/576p/576i, selezionare il formato dello schermo, lo standard Scart TV RGB/CVBS, l’uscita audio digitale PCM 2 canali o Bitstream multicanale, la sincronizzazione auto/video - lipsync +/- 0-400ms), come pure impostare l’impianto d’antenna (satellite, LNB universale/banda C/ecc., i comandi DiSEqC, la modalità SCR con banda e frequenza a scelta, il motore USALS o DiSEqC 1.2 con i vari settaggi e le impostazioni anche di tipo avanzati per l’installatore) ed  infine visualizzare la potenza e la qualità del segnale.
Da questo menu possiamo, inoltre, impostare la lingua di menu, audio e sottotitoli, configurare ed effettuare l’aggiornamento dei canali e del firmware in modo manuale oppure automatico con possibilità di definire l’ora e la frequenza dei controlli sia in stand-by sia in attività, la ricerca dei canali satellitari secondo diverse modalità descritte più avanti, ed ancora visualizzare le informazioni di sistema (versioni hardware, software, loader, indirizzo MAC Ethernet, ecc.), regolare l’orologio, configurare l’interfaccia Ethernet (IP automatico/manuale, subnet, gateway, DNS), attivare le modalità di risparmio energetico (Eco Mode, Veloce Mode e spegnimento automatico dopo 1, 2 o 3 ore di inattività) e resettare, infine, il decoder alle condizioni iniziali (impostazioni di default e nessun canale memorizzato).

Ricerca automatica e manuale con opzioni avanzate
Il ricevitore Sagemcom DSI83HD si adatta alla stragrande maggioranza degli impianti satellitari esistenti grazie al supporto ai sistemi di commutazione DiSEqC 1.0 (4 porte per altrettanti LNB/slot satellitari ricevibili con una parabola fissa), SCR (4 o 8 frequenze per altrettante prese utente su un singolo cavo coassiale in discesa da una parabola fissa mono-feed o derivato da un multiswitch SCR), DiSEqC 1.2 e USALS (parabole motorizzate con attuatore monocavo). La configurazione del decoder può essere fatta sia in occasione della prima accensione utilizzando la procedura guidata di installazione automatica sia successivamente attraverso il menu OSD.
Dopo aver definito il tipo di impianto, fisso o motorizzato (tasto Giallo - Impostazione Motore Antenna) si procede con la scelta dei satelliti (ASTRA 19,2° Est, Hot Bird 13° Est ed Eurobird 9°, con possibilità di modifiche e aggiunte a piacimento), l’associazione alle porte DiSEqC oppure la scelta della banda utente SCR (max 8) e della relativa frequenza (1210 MHz, 1284 MHz, 1400 MHz o personalizzata). Il corretto funzionamento dell’impianto e dei dati inseriti è confermato dalle barre di potenza e qualità, entrambi con il dato percentuale.
Dopo aver salvato le impostazioni si può procedere con la ricerca dei canali, scegliendo tra due diverse modalità.
La prima è Ricerca Canali TivùSat ed effettua una scansione automatica dei soli transponder occupati dalla piattaforma a partire dalla frequenza “home” di 10,992 GHz V dove si trova parte dell’offerta RAI.
La seconda, Ricerca Canale, permette invece di scegliere uno dei satelliti memorizzati, uno o tutti i transponder (eventualmente inserendo nuove frequenze o modificando quelle esistenti qualora il database non sia aggiornato con le ultime novità come gli 11,662 GHz presidiati da Rai 2 HD e Rai 3HD), il tipo di ricerca (tutti i canali oppure solo quelli in chiaro) ed avviare la scansione. Se si sceglie come satellite Hot Bird, è disponibile anche l’opzione “Tivù + In Chiaro” che effettua la ricerca e la memorizzazione di tutti i canali TivùSat e degli altri free-to-air in onda a 13° Est.
Durante la scansione, lenta ma precisa, appare sullo schermo l’elenco dei canali TV/radio trovati (con la numerazione sequenziale o LCN), il loro numero e la barra di avanzamento. Al termine è possibile salvarli tutti oppure, spostandosi nell’elenco, eliminare il segno di spunta da quelli che si desidera rifiutare.
Se è attivo l’ordinamento LCN, il salvataggio dei canali avviene in due distinti blocchi di memoria. Il primo (1-999) ospita i canali TivùSat mentre il secondo (1000-2500) tutti gli altri in ordine di frequenza o ricerca. Ricordiamo che la numerazione LCN utilizzata da TivùSat, a parte alcune eccezioni (canali generalisti Rai, Mediaset e La7) non coincide con quella del Digitale terrestre.
Per richiamare il canale desiderato si possono utilizzare i tasti P+/P- o freccia su/giù (preselezione), digitare direttamente il numero oppure richiamare sullo schermo l’elenco con il tasto LIST.

Banner dettagliato, EPG Tivù multifunzione
Il banner multicolore comprende il numero e il nome del canale, il titolo del programma in onda e successivo con l’orario di inizio/fine e la barra di avanzamento, l’orologio, i riferimenti ai tasti del telecomando per la scelta della traccia audio (giallo), delle liste canali TV/radio/preferite (verde), l’accesso ai dettagli sulla programmazione (INFO) e le indicazioni sui servizi disponibili (APP per gli applicativi MHP, Subtitle per i sottotitoli, simbolo Dolby per la traccia audio multicanale, Teletext, ecc.). In alto a destra viene replicato il numero ed il nome del canale, entrambi di grandi dimensioni per migliorare la leggibilità, mentre a sinistra, in presenza degli applicativi MHP, è visibile la barra di caricamento.
Con il banner attivo è possibile scorrere la lista dei canali con i tasti freccia su/giù (preselezione) e richiamare quello desiderato con OK.
La guida EPG TivùSat viene continuamente aggiornata e mostra in diverse finestre a griglia i palinsesti completi dei principali canali della piattaforma. La barra inferiore scorrevole permette di selezionare i programmi in onda in prima serata (Stasera), solo quelli che rientrano nelle categorie predefinite (Intrattenimento, News, Cultura, Bambini, Sport, Musica), le radio, spostarsi nella timeline (+24/-24 - giorno successivo/precedente), sintonizzare il canale desiderato (Vai al canale), leggere i messaggi, mostrare gli approfondimenti sul programma selezionato (Info) ed accedere ai servizi del portale Tivùon! (non ancora operativo).
Per tutti gli altri canali, le informazioni sulla programmazione si ricavano unicamente dal banner canale e dalla finestra Info.

CAS Nagravision e Conax con doppio slot
Il modulo CAS interno supporta sia il Nagravision Tiger, ossia il sistema di accesso condizionato utilizzato da alcuni canali della piattaforma TivùSat per impedire la visione dei programmi al di fuori dei confini nazionali, sia il Conax per altre pay-tv presenti su Hot Bird o altri satelliti. Il CAS è abbinato a due slot, utilizzabili anche contemporaneamente per decodificare un programma televisivo ed accedere ai servizi interattivi MHP che richiedono una chip card.

Servizi On Demand e OTTV
Il motore MHP con profilo avanzato 1.1.3 supporta gli applicativi interattivi enhanced-tv a supporto di alcuni programmi televisivi e di servizio (news, meteo, oroscopo, ecc.) e quelli broadband come la OTTV e il video on demand. I nostri test hanno confermato il perfetto funzionamento dei servizi Rai (Televideo, Replay, TGR, Rai Sport), La7 (On Demand) e Cubovision.
Il ricevitore DSI83HD, così come il modello terrestre DTI85, non è in grado invece di caricare i servizi interattivi broadband di Mediaset come Infinity e Rewind, forse a causa del firmware non ancora aggiornato o perché queste applicazioni non sono ancora perfettamente operative su TivùSat. L’accesso ai servizi broadband richiede necessariamente il collegamento del decoder ad una linea ADSL sfruttando l’interfaccia Ethernet.
Chi non ha la possibilità di portare il cavo Ethernet al decoder ma possiede comunque un modem/router Wi-Fi ADSL, può utilizzare uno dei tanti adattatori Ethernet-Wi-Fi o PowerLAN disponibili in commercio.

PER INFORMAZIONI
Sagemcom Italia
www.sagemcom.com
Tel. 02 8227961
Nord Est
www.nordestsnc.com
Tel. 0421 210527

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http:///01NET/Photo_Library/1162/TivuSat_Sagemcom_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti