Test: Cobra LAN 500 Wi-Fi

In sintesi
Cobra LAN 500 Wi-Fi trasforma una classica rete Powerline in qualcosa di più versatile e potente, estendendo la compatibilità con i device mobili “Wi-Fi only” e migliorando il comfort di chi, ad esempio, intende utilizzare il notebook sul divano senza il fastidio del cavo Ethernet. Inoltre, mentre la linea elettrica funge da dorsale principale, l’adattatore Wi-Fi può coprire le zone sprovviste di prese di corrente, ad esempio in terrazzo o giardino. Le funzionalità PLC sono totalmente plug&play mentre il setup delle funzioni Wi-Fi e Router richiede il collegamento con un PC e qualche conoscenza di informatica e reti.
Ideale in abbinamento con il kit LAN 500 Twins per creare 3 punti LAN in 2 stanze e una rete Wi-Fi con copertura di 60-70 mq, Cobra LAN 500 Wi-Fi può essere espanso a piacere fino a un massimo di 16 adattatori. Da segnalare i sistemi di sicurezza PLC e Wi-Fi per evitare intrusioni, la spia LED che cambia colore a seconda della qualità e della velocità della connessione PLC, il tasto Wi-Fi On/Off e lo Stand-by automatico a basso consumo.

Febbraio 2015
Qualche mese fa, più precisamente sul numero 262, abbiamo presentato il kit Cobra LAN 500 Twins che come tutti i sistemi Powerline, rappresenta la soluzione più rapida ed economica per collegare alla rete LAN e a Internet PC, Smart TV come pure decoder “broadband” potendo sfruttare l’onnipresente linea elettrica di un’abitazione o di un ufficio. Il kit comprende due adattatori, il primo da collegare al modem/router e il secondo all’apparecchio da connettere in rete. Ciò permette di creare una rete LAN punto-punto “dinamica” perché, spostando il secondo adattatore, trasforma qualsiasi presa di corrente in una porta Ethernet. Il sistema PLC progettato da Cobra può essere ampliato con altri 14 adattatori per ottenere fino a 15 punti di accesso e quindi una rete punto-multipunto in tutta la casa o l’ufficio.
Esistono però dei casi dove una rete di questo tipo, seppur estesa e articolata, si rivela inadeguata per diversi motivi. Il primo è la mancanza di prese di corrente a “portata di mano”, in casa ma soprattutto in giardino oppure in terrazza. Il secondo è il tipo di dispositivo impiegato: tutti i device mobili, ad esempio, sono privi di prese Ethernet basandosi esclusivamente sulla connessione Wi-Fi. In questo caso, non possono “navigare” con i LAN 500 Twins a meno di aggiungere un Access Point Wi-Fi.
Per ovviare a ciò e rendere il proprio sistema PLC ancora più versatile e rispondente alle necessità di molti, Cobra ha progettato l’adattatore LAN 500 Wi-Fi. Si tratta di un dispositivo PLC che integra un Access Point Wi-Fi e mette a disposizione ben due porte Ethernet per il collegamento di altrettanti dispositivi “wired” come Smart TV e decoder HD.

Integrazione immediata
Cobra LAN 500 Wi-Fi non può funzionare da solo perché necessita di un dispositivo “master” collegato al modem/router via Ethernet. Il “master” altro non è che un esemplare di Cobra LAN 500 o qualunque altro adattatore PLC di caratteristiche simili. Chi dispone già di un kit LAN 500 Twin, può aggiungere un LAN 500 Wi-Fi con pochi e semplici passi.
Prima della configurazione è necessario collegare l’adattatore a una presa di corrente (meglio se a muro per evitare dispersioni e interferenze introdotte dalle “ciabatte multiprese”) e poi ai dispositivi utilizzando il cavo UTP in dotazione.
L’integrazione in una sottorete esistente e la protezione da eventuali intrusioni esterne sono descritte minuziosamente nel manuale d’uso e richiedono pochi istanti: basta premere il tasto Securty sul LAN 500 Wi-Fi per 5-8 secondi, attendere il suo riavvio, premerlo ancora per meno di 3 secondi e infine premere lo stesso tasto, questa volta sugli adattatori LAN 500, per meno di 3 secondi. La stessa procedura, con una piccola variazione, permette anche di creare una nuova sottorete tra Cobra LAN 500 e LAN 500 Wi-Fi.

Wi-Fi “n” per tablet e smartphone
L’Access Point 802.11 b/g/n integrato nel Cobra LAN 500 Wi-Fi opera nella banda 2,4 GHz e consente di sfruttare la capacità della “dorsale PLC” con tutti i dispositivi sprovvisti d’interfaccia Ethernet come tablet, smartphone, fotocamere e videocamere di ultima generazione, stampanti wireless e consolle portatili. L’Access Point, inoltre, consente di servire le zone di un appartamento o di una villetta, come taverna, terrazza o giardino, non raggiunte dalla rete wireless principale del router Wi-Fi perché troppo lontane o isolate. Altra possibilità è la formazione di una rete “guest” per consentire ad amici e conoscenti di navigare con i propri device senza dover divulgare la password del router Wi-Fi e condividere i file personali.

Configurazione dettagliata da browser
La rete Wi-Fi generata dal LAN 500 Wi-Fi è attiva fin dal momento in cui l’adattatore viene collegato a una presa elettrica. Dal momento che i dati di login sono uguali per tutti gli adattatori in commercio, per ragioni di sicurezza è necessario effettuare una veloce riprogrammazione che richiede qualche conoscenza informatica di base.
Per accedere all’interfaccia di configurazione TBS Platform è necessario collegare l’adattatore a un PC utilizzando la porta LAN2/WAN, configurare l’interfaccia Ethernet del PC come specificato nel manuale d’uso (IP 192.168.1.x, Netmask 255.255.255.0, Gateway 192.168.1.1), aprire Internet Explorer, Chrome o un qualsiasi altro web browser e digitare nella barra degli indirizzi http://192.168.1.1, ovvero l’indirizzo IP di default del LAN 500 Wi-Fi.
Se il modem/router utilizza lo stesso indirizzo IP, è possibile in seguito cambiare quello dell’adattatore così da evitare conflitti.
La sezione Setup permette di avviare la configurazione guidata (Setup Wizard) oppure di modificare manualmente i parametri base WAN, Wi-Fi, LAN, la data e l’ora.
Advanced comprende alcune funzioni come la protezione DoS, il controllo degli accessi tramite filtro MAC/DHCP/IP/Porta e URL, i settaggi avanzati delle reti Wi-Fi e LAN (potenza di trasmissione, periodo di beacon, soglia RTS, isolamento IP, nome rete SSID e sua visibilità, creazione ulteriori SSID virtuali o guest, protezione, ALG, DMZ, QoS, Static Routing, UPnP, server virtuale, DNS dinamico, ecc.).
Maintenance consente di modificare la password di accesso all’interfaccia di configurazione, verificare le connessioni attive, salvare e ripristinare i settaggi, resettare e riavviare il LAN 500 Wi-Fi, aggiornare il firmware, abilitare il log, effettuare alcuni test diagnostici (Ping e Traceroute).
Status mostra le informazioni di sistema (firmware, hardware) e quelle delle porte WAN, LAN e Wi-Fi (connessione, indirizzo Mac e IP, subnet mask, SSID, modalità 802.11, canale wireless, sicurezza, configurazione DHCP, ecc.).
Help contiene un vero e proprio manuale d’istruzioni con la spiegazione delle voci e dei parametri dell’interfaccia, purtroppo solo in lingua inglese.
Dal momento che qualsiasi modifica ai settaggi può comportare malfunzionamenti (comunque risolvibili con un reset), consigliamo ai principianti di affidarsi al Setup Wizard. In soli 5 passi, permette di cambiare la password di accesso all’interfaccia web, regolare l’ora e la data, configurare la connettività LAN e Wi-Fi (SSID, password e sicurezza) e salvare le nuove impostazioni.

Connessione “mobile” nel raggio di 300 metri
Come già visto con il kit LAN 500 Twin, l’adattatore “slave” come il nostro LAN 500 Wi-Fi può essere spostato a piacimento su qualunque presa per generare una rete LAN e WLAN temporanea, ad esempio per navigare con il PC della cameretta o con il notebook in giardino, senza dover ripetere ogni volta la procedura di integrazione nella sottorete o il setup del Wi-Fi. Le uniche “regole” da rispettare sono che le prese si trovino a valle dello stesso contatore e che il cablaggio elettrico tra le prese utilizzate dagli adattatori PLC non superi i 300 metri.
La velocità di trasferimento massima dichiarata è pari a 500 Mbps con PLC e 150 Mbps in Wi-Fi, più che sufficienti per supportare diversi streaming video, anche ad Alta Definizione e superiore a quanto teoricamente consentito dalle reti LAN di prima generazione (10/100 Mbps). Il raggio d’azione dell’hot spot Wi-Fi è di circa 30 metri in assenza di ostacoli e disturbi.

Fino a 30 porte Ethernet e 15 Hot Spot
Il sistema PLC di Cobra può essere espanso a piacere per generare diversi punti d’accesso, sia LAN sia WLAN. In una rete si possono collegare fino a 16 adattatori LAN 500 e LAN 500 Wi-Fi per ottenere fino a 30 porte Ethernet e 15 Access Point Wireless con differenti SSID, password, sistemi di protezione e, ovviamente, anche aree di copertura. I consumi energetici sono contenuti e non incidono assolutamente sulla bolletta, anche in reti molto complesse: gli adattatori LAN 500 dichiarano un assorbimento di 2,7 Watt in modalità operativa mentre i LAN 500 Wi-Fi arrivano a 6,5 Watt. Inoltre, grazie alla modalità standby a basso consumo che interviene automaticamente in assenza di connessione, il consumo si riduce a meno di mezzo Watt per ogni singolo adattatore.

PER INFORMAZIONI
Cobra
www.cobraspa.it
Tel. 039 68341

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf

Allegato

Pubblica i tuoi commenti