Test: Samsung UE55HU7500

In sintesi
Al di là delle funzionalità multimediali e interattive, che possiamo trovare anche in altri modelli smart tv della multinazionale coreana, ciò che più ha colpito in questo televisore è la superba qualità delle immagini Ultra HD. Il display restituisce ogni minimo dettaglio con una precisione che lascia a bocca aperta, neri profondi e omogenei, un effetto 3D finalmente “naturale” grazie all’elevata profondità di campo garantita dalla maggiore risoluzione. Se si rispetta la distanza ottimale dallo schermo, sembra di affacciarsi sul mondo reale, con colori, dettagli e sfumature impossibili da ottenere con un Full HD. I contenuti nativi 4K sono, però, troppo pochi per sfruttare adeguatamente questo gioiello e l’upscaling riesce a dare buoni risultati solo fino all’HD. Se si scende di risoluzione, le immagini appaiono impastate e irreali, non certo per colpa del TV ma per l’esagerata compressione di molte trasmissioni terrestri e satellitari. La dotazione è completa e sicuramente appagante (doppio tuner sat con supporto SCR, CI+, OTTV e bollini in abbondanza, PVR, Smart Interaction, Wi-Fi, Bluetooth, telecomando Smart Touch e molto altro), l’audio viene finalmente valorizzato dagli speaker frontali e la app per iOS e Android permette di gestire le funzioni del TV e fungere da “Second Screen”. Un ottimo televisore, quindi, per stupire gli amici con i video Ultra HD che si trovano sul web, godersi un film in Blu-ray o la partita di calcio in HD. In caso contrario, si può tranquillamente orientare la scelta su un Full HD di pari livello (o inferiore), risparmiare qualche centinaio di euro e reinvestirlo in un TV UltraHD tra qualche anno, quando l’offerta di contenuti 4K sarà adeguata.

Febbraio 2015
UltraHD o Full-HD? E’ la domanda probabilmente più gettonata tra chi si appresta ad acquistare un nuovo TV senza però correre il rischio di vedere sfumare il proprio investimento nel giro di pochi anni. La decisione è ardua perché, mentre un anno fa il divario di prezzo tra un TV Full-HD e un UltraHD era già di per sé un fattore determinante, ora lo è molto meno. Addirittura, negli ultimi mesi il mercato è stato espugnato dai TV Ultra HD “entry-level” posizionati sotto la soglia psicologica dei 1000 euro. Un fattore sicuramente più discriminante sono i contenuti. Al momento, per guardare un video 4K sui TV Ultra HD bisogna quasi esclusivamente affidarsi a YouTube oppure scaricare le demo da Internet, anche da 3-4 GB per poche decine di minuti. A breve arriveranno anche le trasmissioni via satellite in streaming e il Blu-ray 4K ma, per ora, bisogna accontentarsi delle briciole. Un TV Full-HD è, invece, molto più sfruttabile con le attuali sorgenti e, non ultimo, con le trasmissioni a definizione standard, come quelle terrestri, è senz’altro da preferire a un modello UltraHD. D’altronde, quando si fa una spesa “importante”, come quella di un TV da 50 pollici e oltre da mettere in salotto, non bisogna tanto guardare al presente quanto piuttosto al futuro, a breve e medio termine. Spendere ora 2000 euro per un TV Full HD e scoprire che tra un paio d’anni è già obsoleto, non è certo un’invitante prospettiva.
Considerando tutti questi fattori, abbiamo scelto di testare un modello Ultra HD di fascia media di Samsung, il colosso coreano leader del mercato Smart TV. Si tratta della Serie HU7500, disponibile nei tagli da 48, 55, 65, 75 e 85 pollici per soddisfare tutte le necessità, garantire il posizionamento all’interno di qualsiasi ambiente e la corretta distanza di visione. Elegante e minimalista grazie alla cornice ultraslim, di colore nero come il pannello così da mimetizzarsi quando il televisore è spento, e al piccolo piedistallo trapezoidale in alluminio satinato, secondo il nostro parere sostanzia l’equilibrio perfetto tra dotazioni, funzioni e prezzo, offrendo immagini mozzafiato con le sorgenti 4K native e una ottima resa con quelle Full HD dei Blu-ray o l’HD via satellite e terrestre. Come gli Smart TV di alto rango della casa coreana, è compatibile con i contenuti 3D (sistema attivo con due paia di occhiali in dotazione), si connette a router, access point, smartphone, tablet e altri device via Ethernet, Wi-Fi e Bluetooth, si comanda anche con la voce e i gesti, integra un doppio tuner compatibile DVB-T2 e DVB-S2 (con slot CI+). Troviamo poi la retroilluminazione local dimming (UHD Micro Dimming con Precision Black), la piattaforma Smart TV di ultima generazione con My On Tv, il PVR e il Timeshift, la funzione Multi-Link (Tv, App e Web sulla stessa schermata), un parco connessioni di tutto rispetto, il telecomando “base” e lo Smart Touch con giroscopio, microfono e altre tecnologie avanzate. La videocamera è invece opzionale.

Display UHD con Micro Dimming Pro
La serie TV Samsung HU7500 utilizza matrici UHD Ultra Clear Panel con retroilluminazione Edge di tipo attivo, componenti hardware e soluzioni software per ottimizzare il contrasto, garantire una resa cromatica naturale (anche grazie al sistema Wide Color Enhanced Plus) e immagini di alta qualità con la maggior parte delle sorgenti.
La tecnologia Micro Dimming Pro permette di gestire il funzionamento dei LED della retroilluminazione in modo selettivo a seconda delle aree chiare e scure che compongono l’immagine, suddividendo lo schermo in 300 zone grazie a un sofisticato algoritmo che agisce anche sulla nitidezza e il contrasto assicurando eccellenti risultati nonostante i limiti fisici del posizionamento laterale dei LED. Il merito è anche del processore Quadmatic a 4 core che, grazie all’elevata capacità di elaborazione, governa con rapidità ed efficacia i singoli parametri dell’immagine allo scopo di ottimizzare la riproduzione dei segnali con un indice di dettaglio e fluidità che, nel caso di Samsung, si chiama “Clear Motion Rate” e arriva in questo modello a 1000. Come già spiegato in altre occasioni, questo indice non deve essere confuso con la frequenza di scansione delle immagini (pari a 100 Hz) ma rappresenta solo un’approssimazione.
Il processore Quadmatic sovrintende anche alle operazioni di deinterlacing e scaling, ancor più importanti in un televisore UltraHD vista la penuria di sorgenti native 4K. In sostanza, queste operazioni adattano i segnali video provenienti dalle prese video in ingresso, dai tuner DVB e dal web (streaming) alla risoluzione del pannello, con sofisticati algoritmi e filtri che assicurano naturalezza, fluidità e precisione nei dettagli, riducendo il rumore e gli artefatti della compressione. Il menu OSD, nella parte relativa ai settaggi video, consente di tarare tutti i parametri, sia con gli appositi strumenti di rilevazione utilizzati dai professionisti, sia sperimentando diverse combinazioni, ovviamente con il supporto di sorgenti test (file UHD, Blu-ray, trasmissioni televisive), fino ad ottenere un risultato soddisfacente.

Menu OSD animato ricco di voci
Come da tradizione Samsung, il menu OSD è graficamente molto curato, ricco di animazioni e con una guida sempre disponibile che spiega il significato delle voci. Il menu è disponibile nelle versioni completa e condensata (Tools) per semplificare la navigazione e i settaggi anche da parte degli utilizzatori meno esperti. Le voci di entrambi i menu variano secondo l’ingresso video selezionato e parzialmente disponibili anche durante la riproduzione dei contenuti multimediali.
Il menu Tools raccoglie alcune voci principali come la configurazione del sistema Anynet+ per l’accesso e la gestione delle periferiche compatibili CEC collegate via HDMI, la selezione dell’uscita audio (altoparlanti TV, uscita audio, SoundShare, Multiroom Link, decoder), la scelta del formato e della lingua audio, l’attivazione dello sleep timer (Timer standby), la gestione dei canali preferiti, l’attivazione del Picture in Picture e della Modalità Calcio.
Il menu principale, invece, è composto da 7 sezioni – Immagine, Suono, Trasmissione, Rete, Smart Hub, Sistema, Supporto – che si espandono in numerosi sottomenu e voci. Per quanto concerne le impostazioni audio/video, accanto alle regolazioni di base, troviamo i controlli avanzati dell’immagine (contrasto dinamico, tonalità nero, incarnato, spazio colore, bilanciamento bianco a 2 o 10 punti, gamma, toni colore, filtro MPEG, HDMI UHD Color, Modalità film, Motion Plus, Smart LED), la gestione del 3D (modalità, prospettiva, profondità, conversione 2D-3D, inversione destro/sinistro) e del suono (effetti Virtual Surround, Dialog Clarity e Audio 3D equalizzatore, livello, formato e ritardo S/PDIF).
Le altre sezioni permettono di effettuare la ricerca dei canali automatica e manuale sui vari tuner (antenna DVB-T/T2, cavo DVB-C, satellite e Tivù DVB-S/S2), impostare l’impianto di ricezione satellitare, programmare i timer per la visione e la registrazione automatica dei programmi, proteggere con un PIN i canali o i programmi “sensibili”, interrogare la CAM CI/CI+, impostare e testare le connessioni LAN e WLAN, abilitare le modalità Wi-Fi Direct (connessione punto-punto senza bisogno di access point) e la funzione Screen Mirroring, configurare i dispositivi interfacciati al TV (es. tablet e smartphone). Inoltre, consentono di configurare lo Smart Hub (account Samsung, impostazioni schermo principale e My On TV, preferenze App, ecc.), configurare le opzioni di accessibilità (guida vocale, descrizione audio, trasparenza menu, ecc.), abilitare la Modalità Calcio che spiegheremo in seguito, configurare un telecomando universale, un mouse oppure una tastiera, attivare le funzioni di risparmio energetico, resettare tutte le impostazioni, ripetere la procedura di installazione iniziale, attivare la gestione remota, consultare il manuale d’istruzioni elettronico (e-manual) e aggiornare il firmware via Internet/USB.

Tuner DVB-T2, doppio S2 e bollino Tivùon!
Il TV Samsung HU7500 è dotato di un sintonizzatore DVB-T2, ossia compatibile con le trasmissioni terrestri attuali e future, e di un doppio DVB-S/S2 in grado di gestire altrettante parabole e discese distinte (come un LNB Twin), sistemi multi-feed (massimo 4 LNB con DiSEqC 1.0 oppure 2 con miniDiSEqC), motorizzati (DiSEqC 1.2 e USALS) oppure monocavo (SCR).
La presenza del decoder HEVC H.265 e dello slot Common Interface Plus, garantiscono la ricezione e la decodifica di qualsiasi segnale televisivo, in chiaro o codificato (con l’esclusione di Sky), sia attuale che futuro.
Come nei decoder stand-alone PVR, è possibile anche registrare i programmi, rivederli quando si desidera, metterli in pausa (Timeshift) e sfruttare il replay istantaneo come spiegato più avanti.
La configurazione dei tuner è abbastanza semplice e le opzioni presenti sono molteplici. Troviamo, ad esempio, la ricerca automatica e manuale con i filtri pay/in chiaro e rete (estensione bouquet collegati), la modalità di scansione dedicata alla piattaforma TivùSat con l’ordinamento automatico LCN, il test delle frequenze SCR, i settaggi del motore di tipo “base” (configurazione utente) e “avanzati” (installatore), l’esportazione e l’importazione via USB delle liste canali generale e preferite (5 configurabili a piacimento).
Lo slot Common Interface Plus (CI+), ospitato su un modulo plug-in che si installa sull’apposito zoccolo dietro al Tv, accoglie qualsiasi tipo di modulo CI e CI+ per la decodifica delle pay-tv italiane (SmarCAM, SmarCAM TivùSat, SmarCAM HD, Premium Cam, Premium Cam HD) mentre la piattaforma MHP 1.1.3 (profilo Internet Access) assicura l’accesso agli applicativi disponibili, utilizzando come canale di ritorno la connessione LAN o WLAN. I nostri test hanno confermato la piena compatibilità con i servizi OTTV come La7 On Demand, Mediaset Infinity e Rewind (beta), Rai Replay e Rai Sport, sia sul digitale terrestre sia su TivùSat. Oltre ai bollini DGTVi Gold e TivùSat HD Ready, la serie Samsung HU7500 può fregiarsi del bollino Tivùon! per accedere a contenuti premium, gratuiti o a pagamento, secondo il servizio offerto dai vari editori. La certificazione Tivùon! assicura il blocco di contenuti violenti o pornografici (non compatibili per scelta aziendale con la tecnologia Tivùon!) e assicura la miglior qualità dei contenuti, ad esempio quelli in HD.

Banner multipli, EPG con timer PVR
Durante lo zapping, appare sul lato destro l’elenco dei canali del tuner attivo (antenna, cavo, satellite, Tivù) con i dati essenziali come numero, nome, titolo del programma in onda, tuner e lista di appartenenza. I tasti Ok oppure Info mostrano il banner esteso, con l’orario di inizio/fine e il titolo degli altri eventi in palinsesto, la traccia/modalità audio, la risoluzione video, il formato immagine, l’orologio e il datario, ecc., oppure la finestra con gli approfondimenti sulla programmazione e le “scorciatoie” per la visione o la registrazione. In basso troviamo l’immancabile indicatore del consumo energetico.
Con il banner attivo, la pressione dei tasti freccia su e giù permette di scorrere l’elenco dei canali e di visualizzare i dettagli in anteprima (preselezione).
La guida EPG compara i palinsesti di 7 canali per pagina con i titoli inseriti in una griglia, le informazioni estese in alto accanto alle immagini televisive in miniatura, i collegamenti al timer, alla registrazione immediata e al filtro canali (TV e/o Radio).

3D attivo con due occhiali a corredo
Come la maggior parte degli Smart TV Samsung, il modello HU7500 supporta la visione 3D “attiva”. Questa tecnologia, che si contrappone a quella passiva, consiste nel riprodurre sullo schermo in rapida sequenza le immagini destinate all’occhio destro e sinistro utilizzando un intero fotogramma e richiedendo, per la decodifica, gli occhiali con lenti LCD (Shutter Glasses). La visione è naturale e confortevole, sia con i contenuti in formato Frame Sequential (Blu-ray 3D) sia con quelli side-by-side e top-and-bottom con le immagini destra/sinistra affiancate. Il crosstalk, (l’effetto alone tra le immagini di destra e di sinistra) e il flickering (oscuramento delle immagini causato dalle lenti LCD) sono appena percepibili e mai fastidiosi, mentre l’upscaling 4K tende a far emergere in modo più evidente rispetto al 2D gli artefatti di compressione dei contenuti con risoluzione HD o inferiore.
Gli Active Glasses SSG-5100GB in dotazione sono molto leggeri (solo 24 grammi), comodi da indossare anche sopra gli occhiali da vista e comunicano con il televisore con la tecnologia Bluetooth (RF – Radiofrequenza). Si alimentano con una batteria a bottone CR2025 capace di un’autonomia dichiarata di 150 ore.
Per eventuali aggiunte o upgrade, si può valutare anche il modello SSG-3570CR con batteria ricaricabile (un solo minuto per due ore di funzionamento), compatibile con tutti i Tv ed i videoproiettori con bollino Full HD 3D Glasses RF/IR o Full HD 3D Glasses RF.

Tweeter e midrange frontali, tutta un’altra musica
Le ricerche dei progettisti coreani e l’evoluzione tecnologica dei micro-diffusori, ormai impiegati con successo negli smartphone e nei tablet, hanno permesso di superare alcuni dei limiti nella riproduzione audio dei TV a LED. Al posto del vecchio e inadeguato sistema “downfiring”, dove gli altoparlanti full-range erano collocati sul bordo inferiore vicino al piedistallo e rivolgevano il suono verso il basso, la serie Samsung HU7500 adotta le tecnologie Front Firing e New Waveguide migliorando la qualità, la corposità, la precisione e la spazialità del suono.
Il binario sotto la cornice inferiore, quasi invisibile allo spettatore per non deturpare il design T-Shape, ospita due tweeter da 10 Watt per canale e altrettanti midrange della stessa potenza. Le due coppie sono distanti tra loro per garantire un eccellente effetto stereo e surround ed erogano il suono frontalmente grazie a un gioco di riflessioni. Altre due guide d’onda sono, dedicate invece, ai woofer da 10+10 Watt posizionati dietro al pannello posteriore per dirigere i suoni bassi verso il bordo inferiore. Pur non potendo (e volendo) competere con un sistema audio surround esterno (che raccomandiamo come sempre), la sezione audio a corredo del TV HU7500 è capace di eccellenti prestazioni con ogni tipo di contenuto, grazie anche alle numerose regolazioni offerte dal menu e ai decoder surround integrati (Dolby Digital, Dolby Digital Plus, DTS Studio Sound, DTS Premium Sound 5.1, ecc.).

PVR doppio e Timeshift ma non per i canali UHD
La registrazione dei programmi televisivi e il Timeshift richiedono l’utilizzo di un hard disk USB 2.0 o 3.0 (no chiavette), che deve essere formattato (EXT3) e associato al TV in modo univoco. Per ragioni di sicurezza, non è possibile spostare l’hard disk su un altro televisore né esportare le registrazioni. Inoltre i broadcaster possono vietare la registrazione sia dei canali in chiaro sia di quelli criptati.
Le registrazioni si avviano direttamente da telecomando o si programmano via timer, la loro durata è impostabile anche manualmente tra 10 e 360 minuti mentre il Timeshift opera con i tasti Play, Pausa e Rew per il replay.
E’ possibile effettuare due registrazioni in contemporanea e la visione di un terzo canale, sia da canali terrestri sia satellitari. In quest’ultimo caso, però, è necessario “alimentare” il doppio tuner con altrettante discese indipendenti. Con un solo tuner, infatti, la doppia registrazione è disabilitata anche all’interno dello stesso transponder. La registrazione e il Timeshift sono inoltre vietati su due tuner in contemporanea (es. DVB-T2 e DVB-S2) e con i canali UHD come i promo satellitari di Eutelsat (13° Est) e SES (19,2° Est).

Mediaplayer di assoluto pregio
Il player multimediale ConnectShare è quanto di più completo, versatile e potente si possa desiderare. Le sue prestazioni vanno ben oltre a quelle dei migliori Mediaplayer stand-alone in commercio, grazie a una perfetta integrazione con le altre funzionalità come il display UHD, il PVR, la connettività LAN e WLAN, l’interazione con i device mobili e quelli fissi come PC e NAS.
Il player riproduce qualunque contenuto, proveniente da USB o server DLNA con estensione/codec/container AVI, MKV, ASF, WMV9, MP4, MOV, 3GP, VRO, MPG, MPEG, TS, TP, TRP, M2TS, MTS, DIVX, WEBM, WP8, MP3, M4A, MPA, AAC, 3GA, FLAC, OGG, WMA. Supporta anche i video UHD, sia in 2D sia in 3D in Side-by-Side, Top-Bottom e MVC (Multi Video Coding), il formato utilizzato nei Blu-ray 3D. Durante il test ha sorpreso non solo la qualità audio e video ma soprattutto la varietà di opzioni e la facilità d’uso. Tra i “plus”, segnaliamo la visualizzazione delle copertine (se integrate) dei brani musicali e la possibilità di condivisione delle foto sui social network.

Un’app per tutto (e per tutti)
Con oltre 500 app, di cui 100 in lingua italiana e 80 esclusive, la piattaforma Samsung Apps è senz’altro la più completa oggi disponibile sul mercato. Si va dai giochi ai social network (Facebook, Twitter), dalla TV/VOD (Rai.tv, Premium Play, Infinity, Chili, TIMvision, YouTube, Vimeo, PopcornTV) allo sport (Juventus Smart, Eurosport, MLB.tv, Rai Sport), dall’informazione (Libero, Repubblica, Rai News, Gazzetta, Corriere, USA Today, History Channel) alla musica (Spotify, Karaoke Channel, vTuner, Virgin Radio, RMC, TuneIn). Non mancano poi le app dedicate ai bambini, al mondo educational e Skype per le videochiamate (con videocamera opzionale). La dotazione multimediale della serie Samsung HU7500 comprende anche un browser Internet compatibile Flash e HTML5, veloce e funzionale come quello del PC e capace di sfruttare al meglio gli 8 milioni di pixel del display Ultra HD.

Smart Interaction, la TV ti ascolta e ti osserva
Una delle funzionalità più innovative dei TV top di gamma Samsung è la Smart Interaction, ovvero la possibilità di controllare alcune funzioni dell’apparecchio attraverso comandi vocali e gestuali. Il microfono integrato nel telecomando Smart Control e la videocamera (opzionale da collegare alla presa USB dedicata) sono, infatti, in grado di riconoscere gesti con le mani e le dita, parole e intere frasi per sintonizzare il canale preferito, programmare la registrazione e richiedere suggerimenti sui canali in onda, visitare un sito web, cercare notizie su meteo e sport, lanciare app come YouTube, spostare il cursore e selezionare una voce che appare sullo schermo. Per facilitare l’apprendimento dei comandi, sono disponibili nel menu alcuni tutorial. Sia il controllo vocale sia quello gestuale garantiscono buoni risultati soprattutto in ambienti ben illuminati e non troppo rumorosi.

Smart View 2.0, la TV su tablet e smartphone
La App Samsung Smart View 2.0, disponibile gratuitamente per smartphone e tablet iOS/Android, utilizza la rete Wi-Fi per interfacciarsi al TV. Per il corretto funzionamento, entrambi i dispositivi devono trovarsi nella stessa rete. E’ possibile controllare funzioni del televisore con lo schermo touch (telecomando virtuale), guardare un programma televisivo terrestre o satellitare in chiaro attraverso il multi-tuner (anche differente da quello sintonizzato dal Tv - SD, HD ma non UHD) oppure una sorgente AV esterna. Consente, inoltre, di accedere ai contenuti Smart TV e di inviare foto, musica e video al TV con un semplice “swipe”.

PER INFORMAZIONI
Samsung
www.samsung.it
Tel. 800 7267864

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf

Allegato

Pubblica i tuoi commenti