Univers U4128

In sintesi
L’Univers U4128 è il tipico decoder satellitare “essenziale”, senza fronzoli né funzioni di contorno come la registrazione dei programmi televisivi e il Mediaplayer. Svolge il suo lavoro con precisione ed efficacia, grazie alla sintonia Blind Scan in grado di aggiornare automaticamente il database dei transponder e alla compatibilità con la tecnologia SCR pur non supportando gli impianti motorizzati. L’apparecchio offre anche una lista canali italiana preinstallata, utile però solo per la prima installazione non essendo aggiornata né completa.
Tra i “plus” segnaliamo la guida EPG doppia, la spia LED segnale e il menu OSD a prova di principiante. I limiti più evidenti riguardano il ventaglio delle connessioni ridotto all’osso (solo l’ingresso antenna e una presa SCART con uscita video CVBS) e l’assenza di un indicatore LED di accensione/Stand-by (troviamo solo quello di alimentazione).

Aprile 2014
Vent’anni fa, disporre di un impianto satellitare era sinonimo di lusso ed esclusività. Solo pochi fortunati potevano, infatti, permettersi di spendere svariati milioni di lire per l’acquisto di una parabola e un ricevitore, ovviamente analogico, e ricevere poche decine di canali stranieri. Il moltiplicarsi dei satelliti, dei canali e dei prodotti “Made in China” hanno completamente rivoluzionato il mercato: ora la “parabolica” è un prodotto per tutte le tasche, disponibile anche nei centri commerciali, nei discount e nei centri del fai-da-te. Il decoder presentato oggi è il tipico esempio di prodotto entry-level che, per una manciata di euro, permette di sintonizzare fino a 4000 canali satellitari in chiaro attraverso parabole fisse a uno o più feed, supportando anche gli LNB e i multiswitch con tecnologia SCR.
Prodotto da Univers, società dell’apprezzato Gruppo spagnolo FTE, il ricevitore U4128 è anche molto compatto, elegante e facilissimo da programmare, dispone della ricerca Blind Scan ed è quindi l’ideale per chi si affaccia per la prima volta sul mondo della TV satellitare spendendo il minimo indispensabile. Basta aggiungere una parabola in acciaio da 60-80 cm da poche decine di euro, un LNB universale, qualche metro di cavo coassiale e, voilà, l’impianto è fatto.

Menu OSD, la sintesi della semplicità
Il menu OSD è la sintesi della semplicità e dell’efficacia, per garantire a chiunque il pieno controllo di tutte le funzioni e le opzioni messe a disposizione dal decoder.
La schermata principale ospita i collegamenti testuali e grafici alle 4 sezioni fondamentali - Canale, Installazione, Setup Sistema, Strumenti - che comprendono a loro volta diversi sottomenu.
Canale riporta le liste delle emittenti radiotelevisive memorizzate, permette di impostare il canale da sintonizzare automaticamente all’accensione del decoder ed escludere dalle liste i canali codificati o in chiaro. Rende poi disponibili diversi strumenti di editing (cancellazione, salto, blocco, cambio posizione e nome, ordinamento alfabetico/free-pay/bloccati-liberi) e le informazioni tecniche sui singoli canali (frequenza, banda, modalità, PID) con le immagini in anteprima. Possiamo, inoltre, generare nuovi canali inserendo i PID video, audio, PCR e fino a 8 liste preferite rinominabili a piacimento, sfruttare il motore di ricerca interno per selezionare il canale desiderato, ripristinare la lista canali di default o salvare quella attuale e sostituirla a quella di default.
Installazione ospita le opzioni dell’impianto satellitare (tra cui quella relativa alle frequenze SCR), il calcolatore dell’azimut e dell’elevazione della parabola in base al luogo di installazione, i database dei satelliti e dei transponder, le varie procedure di sintonizzazione.
Setup Sistema consente di scegliere la lingua di menu, audio e sottotitoli, configurare le opzioni video (standard Pal/NTSC e formato immagine), regolare l’orologio (manuale o automatico), programmare fino a 8 timer per essere avvisati dell’inizio di un programma o per registrarlo con apparecchiature esterne, attivare lo sleep timer (autospegnimento dopo 10-30-60-90-120 minuti), personalizzare l’OSD (sottotitoli On/Off, durata e posizione banner, trasparenza finestre), proteggere l’accesso a menu e canali tramite PIN, disattivare l’alimentazione dell’LNB (utile se il decoder è collegato a un impianto centralizzato), attivare e configurare lo Stand-by automatico per spegnere il decoder in assenza di alcun comando dopo un certo numero di ore (da 1 a 8) e infine abilitare la modalità a basso consumo in Stand-by.
Strumenti mostra lo status del sistema (versioni loader, main-code, database ecc.), attiva la pagina di benvenuto con alcune voci essenziali per la configurazione del decoder, ripristina la impostazioni di fabbrica (reset) e aggiorna il firmware e/o il database predefinito dei canali.

Supporto Unicable e ricerca Blind Scan
Lo zapper Univers U4128 supporta i protocolli DiSEqC 1.0 e 1.1 attraverso cui gestire da 2 a 16 LNB nelle configurazioni dual e multi-feed. Inoltre, può essere collegato a LNB e switch con tecnologia SCR per il collegamento indipendente di un massimo di 8 ricevitori/tuner su un singolo cavo coassiale di discesa. Ciò rende possibile il suo impiego al fianco di un decoder MySky HD così da ampliare l’accesso all’offerta free-to-air non solo su Hot Bird ma anche su altri satelliti, compatibilmente con le capacità della parabola utilizzata. L’apparecchio non è invece compatibile con gli impianti motorizzati, sia di tipo DiSEqC sia USALS.
Prima di attivare la scansione dei transponder, è necessario impostare l’LNB (universale o altri) e l’eventuale switch DiSEqC per sistemi multi-feed, un lavoro semplice e rapido. Lo zapper Univers U4128 è in grado anche di calcolare l’azimut e l’elevazione della parabola semplicemente inserendo la posizione del satellite, la longitudine e la latitudine del luogo di installazione.
Terminato il setup e verificato il corretto agganciamento dei segnali attraverso le barre di livello e qualità, possiamo scegliere tra diverse modalità di ricerca. La Scansione Preimpostata e la Ricerca Multipla rappresentano la classica ricerca automatica di uno o più satelliti con diverse opzioni di scansione (solo free-to-air, TV e/o radio) e la possibilità di sfruttare il database dei transponder, ampliare la ricerca ad altri bouquet (Network Information Table) oppure scandagliare le bande Ku e C passo-passo grazie alla Blind Scan.
La ricerca TP si concentra invece su un transponder preesistente oppure nuovo, previo inserimento dei dati di frequenza, polarità e symbol rate.
Abbiamo anche provato a cancellare tutti i transponder di ASTRA 19,2° Est per scoprire se, con la ricerca Blind Scan, il database veniva correttamente ricostruito con gli ultimi aggiornamenti che, inevitabilmente, mancavano nell’elenco originale. L’operazione ha avuto pieno successo, segno che la Blind Scan funziona in modo egregio, riuscendo a rilevare le portanti attive pur senza conoscerne i parametri e aggiornando automaticamente il database.
I database dei transponder e dei satelliti sono modificabili anche manualmente utilizzando le nostre tabelle digitali pubblicate e aggiornate ogni mese.
Nella finestra di ricerca viene mostrato il satellite e il transponder esaminato (frequenza, polarità, SR) con lo status di agganciamento (OK o Failed), i canali Tv e Radio trovati con il simbolo $ se criptati, la barra di avanzamento della scansione con il dato percentuale.
L’accesso ai canali avviene in modo rapido tramite la lista che appare sullo schermo premendo il tasto OK del telecomando. Selezionabile nei formati Esteso a 3 colonne e Condensato a 1 colonna, dalla lista possiamo discriminare i canali per satellite, segnale free-to-air, elenco preferiti servendosi anche di un pratico motore di ricerca.

Banner completo, EPG doppia
Il banner di colore arancio/nero è posizionabile nella parte bassa oppure alta dello schermo. Contiene il numero, il nome del canale e del satellite da cui trasmette, il gruppo di appartenenza, il datario e l’orologio, il titolo del programma in onda e di quello successivo. Sulla riga inferiore sono visibili anche le icone relative ai servizi EPG, teletext, sottotitoli ecc.
Il tasto INFO fa apparire al posto del banner una finestra con numerosi dettagli tecnici sul transponder occupato dal canale (satellite, frequenza, polarità, SR, PID), sulla configurazione dell’LNB (O.L., slot DiSEqC) e del decoder (versione firmware), le barre di livello e qualità del segnale.
La guida EPG è disponibile sia nella versione “now & next”, ossia con le sole informazioni sugli eventi in onda e successivi per i singoli canali (orario di inizio/fine, titolo, tema, età minima consigliata per la visione) sia in quella “estesa” con il palinsesto giornaliero e settimanale (se disponibile).
Con il tasto di colore verde si accede ai dettagli sull’evento scelto, mentre con quello giallo si programma automaticamente il timer per la visione o la registrazione.

PER INFORMAZIONI
Nord Est
www.nordestsnc.com
Tel. 0421 210527

Vuoi scaricare gratuitamente il test in formato pdf:
http:///01NET/Photo_Library/1150/EUR255_Sat_Univers_pdf.pdf

Pubblica i tuoi commenti