Ricevitore WeTek OpenElec, per chi vuole tutti i sistemi operativi

WeTek Opelec

Quando furono commercializzati i primi ricevitori Enigma il loro esasperato tenore tecnico allarmò una buona parte degli appassionati, abituati a compiere poche e semplici operazioni per usufruire della visione dei canali televisivi. Si trattava, all’epoca, di un’utenza distante dalla voglia di sperimentare, caratteristica fondamentale dei ricevitori Linux-based.

Gradualmente, col passare del tempo, la categoria di ricevitori basati su sistema operativo ha smussato i suoi angoli, venendo incontro, per ovvi motivi commerciali, anche ai meno esperti, relegando le funzioni più complesse in menu specifici, aprendo le porte al grande pubblico. Questo fattore, senz’altro positivo, ha contribuito alla diffusione di Enigma sul mercato, portando di contro al livellamento dei modelli, portandoli in tempi di crisi, progressivamente verso il basso. I ricevitori Enigma-based sono, quasi tutti, eguali per concezione, e pochi costruttori hanno avuto il coraggio di spingersi nella ricerca e così con il passare del tempo il test un ricevitore Enigma non ha riservato grandi sorprese. Poi è arrivato il WeTek.

There are 2 comments

Pubblica i tuoi commenti